Quarantena poetica


 

Quarantena poetica

Vi comunichiamo volentieri che una nostra studentessa, Giada Raffaelli della classe 3 C liceo linguistico, ha ottenuto il primo posto nelle fasi provinciali e nelle fasi regionali della gara QUARANTENA POETICA, promossa dal Parlamento Regionale Studenti.

La gara, rivolta a tutti gli studenti degli istituti d’istruzione superiore della Regione Toscana, ha inteso stimolare e liberare la creatività dei giovani studenti, promuovendo la scrittura come espressione personale della riflessione per creare uno spazio di condivisione e scambio tra gli studenti nel periodo di isolamento dovuto alla pandemia.

Le aree tematiche della gara sono state le sensazioni, le emozioni provate e qualsiasi tipo di riflessione sia scaturita dalla propria esperienza in questo momento particolare.

Nel pubblicare in allegato il testo prodotto dalla studentessa, alla quale vanno i nostri più sinceri complimenti, ci uniamo alle parole della sua docente di lettere, prof.ssa Marta Galietta, che così commenta la produzione di Giada:

La realtà nella quale viviamo è affollata da una moltitudine di parole, che ci invadono e ci sommergono, per lo più inutili, “superficiali e povere di significati, parole che perdono la loro ricchezza, il loro spessore, la loro capacità di evocazione, a discapito di quello che è il loro primo e originario fine: l'essere veicolo di comunicazione e incontro” delle persone e “di lettura dei significati più profondi della realtà e della vita.”. Come un artigiano della parola, il poeta “lavora con tale strumento per svelarci questi significati, fa diventare parlanti, rende trasparenti, le esperienze della vita”. E la nostra studentessa Giada Raffaelli della classe 3CL ben traduce in parole, con una prosa poetica impeccabile e fluente, l’esperienza della quarantena insieme ad una denuncia accorata che è anche un invito dai connotati fortemente umanistici. Siamo origami.

 

 

 

Origami.pdf