Ho visto il cielo cadere


 

Ho visto il cielo cadere: un'occasione culturale per non dimenticare

In un Auditorium affollato di studenti del triennio dei nostri indirizzi di studio, si è svolta venerdì 12 maggio dalle ore 10,15 l'inaugurazione della mostra fotografica "Gli Einstein a Firenze e dintorni", abstract della mostra originale gentilmente concessa dalla sezione ANPI di Rignano, incentrata sull'eccidio della villa del Focardo, dove furono trucidate la moglie e le figlie di Robert Einstein, colpevoli solo di portare un cognome ebreo, il cognome del grande Albert, apertamente contrario all'ideologia nazista.  Nei pannelli che sono esposti sono presenti foto e riferimenti alla Famiglia Einstein e al suo legame con la nostra realtà sestese.

 

Nel corso dell'evento inaugurale, denominato "Ho visto il cielo cadere", vi sono stati vari interventi da parte di autorevoli voci di storici e testimoni dell'episodio: si sono avvicendati al microfono  il prof. Matteo Mazzoni, Direttore dell’Istituto Storico della Resistenza in Toscana, Letizia Tomassone, Pastora Valdese e Coordinatrice della Commissione per il dialogo interreligioso della federazione Chiese Evangeliche in Italia, Odelia Liberanome, coordinatrice dei Progetti Educativi Unione comunità ebraiche italiane, Paolo Banci, presidente ANPI sezione Rignano e Reggello, Massimo e Bruno Giorgetti, che hanno raccontato agli studenti la vicenda dal punto di vista della loro famiglia, testimone dell'eccidio.

Sono stati proiettati vari documentari, tra cui una video intervista originale, registrata lo scorso gennaio, alla scrittrice Lorenza Mazzetti, superstite della strage e autrice del romanzo "Il cielo cade", in cui vengono rievocati i momenti concitati e tragici della notte del 3 agosto 1944.

 

La conferenza è stata introdotta dal saluto della Dirigente prof.ssa Maria Laura Simonini, che ha sottolineato la valenza didattica e formativa di iniziative incentrate sulla Memoria storica, da coltivare nelle giovani generazioni, anche favorendo la loro partecipazione attiva e inducendoli a lavorare sulla raccolta di testimonianze e sulla realizzazione di prodotti anche multimediali che possano veicolare conoscenze e trasmettere valori.

 

L'incontro è stato moderato da Laura Giolli, dell'associazione ANED e di Auser volontariato Ex Libris.

La mostra, che prosegue idealmente la Giornata della Memoria dello scorso 27 gennaio, rimarrà in Auditorium fino al 24 maggio e potrà essere visitata dalle classi che ne faranno richiesta, accompagnati dai docenti. 

Si ringraziano le associazioni che hanno collaborato all'organizzazione della mostra e dell'evento: ANED, ANPI Rignano, Auser territoriale e Auser Volontariato Ex Libris.

Prof.ssa Sara Renda

 

Ho visto il cielo: l'inaugurazione della mostra